VIAGGI SPORT VACANZE

Viaggi, aerei, alberghi, arte, sport, cicli e motocicli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Arte Mostre Vassily Kandinsky - Monaco

Vassily Kandinsky - Monaco

Article Index
Vassily Kandinsky
Salon de Réception
Monaco
Russia
Bauhaus
Parigi
All Pages

Claude Monet, “Covone”Partendo dall'atrio, il percorso dell'esposizione è organizzato secondo i macroperiodi che scandiscono l'evoluzione stilistica dell'artista. Il bel saggio di Angela Lampe, nel catalogo della mostra, ci informa sugli esordi pittorici di del giovane Vassily, profondamente colpito dalle decorazioni popolari delle isba del governatorato di Vologda, ispirato dal Lohengrin di Richard Wagner, che gli fece scoprire il potere evocativo della musica, e addirittura «sconvolto» nel 1896 dalla visione del dipinto di Claude Monet intitolato Covone (oggi al Museum of Fine Arts di Boston).

Ada Masoero, storico dell'arte e collaboratrice della mostra

Scriverà: «Fino ad allora avevo conosciuto solo l’arte realistica, e propriamente solo i russi. […] D’improvviso, per la prima volta, vidi un quadro. Il catalogo mi diceva che si trattava di un pagliaio, ma non riuscivo a riconoscerlo. […] Sentii oscuramente che in questo quadro mancava l’oggetto […]. Ciò che però mi riuscì perfettamente chiaro fu la forza incredibile, a me prima ignota, della tavolozza, che andava oltre i limiti dei miei sogni. La pittura divenne per me di una forza e magnificenza fiabesche. Senza che me ne rendessi ben conto era screditato ai miei occhi l’‘oggetto’ come elemento indispensabile del quadro» (Vassily Kandinsky, Sguardo al passato (1901-1913), citazione tratta dal catalogo).

Lo stesso anno si trova studente d'Arte in una Monaco di Baviera, capitale europea del Jugenstil, dove resterà fino allo scoppio della I Guerra mondiale.

Farà a tempo a fondare, sul finire del 1911, insieme a Franz Marc, Il Cavaliere Azzurro, a cui aderirono ben presto anche August Macke, Paul Klee, Heinrich Campendonk, Robert Delaunay.

Terminata l'esperienza monacense, Kandinsky per lungo tempo cercherà di recuperare invano gran parte della sua produzione restata nelle mani della  fidanzata dell'epoca, Gabriele Münter. Questa parte della sua opera è ora visibile, come si diceva, alla Galleria di Stato di Lembach, a Monaco di Baviera.

In questa sezione della mostra, intitolata “Verso l'astrazione”, si possono ammirare, tra le altre, Scena russa, domenica (1903-04), Chanson e Il parco di Saint‐Cloud, viale ombreggiato (1906), Improvvisazione III (1909) e, soprattutto, Quadro con macchia rossa (1914).



 

Responsive EU Cookie Notify

Ricerca personalizzata

Siti
Booking.com

«Sulla Punta Della Lingua»
Renato Corpaci | Photo

ItaliaLibriNET
La locuzione di Anassimandro
Appartamento a Cervinia
Meteo Trivigno
B&B Boschi Grandi
Affitti Case vacanze e appartamenti Mondo
Affitti case vacanze e appartamenti nel Mondo. Contatto diretto con il proprietario per vacanze al mare, in montagna, in città o in agriturismo a prezzi economici