VIAGGI SPORT VACANZE

Viaggi, aerei, alberghi, arte, sport, cicli e motocicli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cultura Riti Les Saintes-Maries-de-la-Mer - Etica e Natura

Les Saintes-Maries-de-la-Mer - Etica e Natura

Article Index
Les Saintes-Maries-de-la-Mer
Le Tre Marie
Etica e Natura
All Pages

In qualsiasi modo siano andate le cose, la chiesa di Les Saintes-Maries-de-la-Mer è un luogo che induce un'intensa suggestione nel visitatore. L'interno è costituito da un unico grande stanzone. L'illuminazione è scarsa, a causa della minuscola dimensione delle finestre. La decorazione è essenziale, fatti salvi i simboli cristiani e certe incrostazioni, in corrispondenza delle rappresentazioni delle titolari del tempio: un altarino che espone le due Marie, Salomè e Jacobé, e la cripta dedicata a Sara dove gli ex-voto, i ceri propiziatori e altre espressioni della devozione popolare si accumulano.

Ex-voto
Toro e padrone

Tutti gli anni, a maggio, i gitani di tutta Europa si danno appuntamento qui per celebrare Sainte Sara, che dalla cripta viene portata in processione, letteralmente, in mare, insieme alle due Marie, per perpetuare il ricordo di un salvataggio che probabilmente non è mai avvenuto, ma nel quale è comunque bello credere.

Nel 1899, il Marchese Folco de Baroncelli-Javon, appartenente ad una famiglia nobile di origine toscana, di tradizione ghibellina, si trasferisce da Avignone in Camargue, nel mas de l'Amarée. Da quel momento s'impegnerà, insieme a un gruppo di appassionati, nell'allevamento della purissima razza bovina tipica della regione, partecipando anche a dettare le norme che regolano la corrida camarguese, un incontro che si svolge nell'arena, escludendo il sacrificio del toro.

Nel luglio 1909 verrà istituita, grazie a lui, anche la Nacioun Gardiano (Nazione Guardiano) con l'obiettivo di mantenere e difendere le tradizioni della Camargue. Nella foto a fianco (di dominio pubblico) l'allevatore Hubert Yonnet con il toro « Simbeu » (che in provenzale significa "simbolo", “emblema”), l'animale che ha dato il nome al mas Simbeu, rifugio del Marchese Baroncelli fino agli ultimi giorni della sua vita.

Come si può facilmente notare, tra i due si era stabilito un discreto feeling.

 

 

 

Share/Save/Bookmark


 

Responsive EU Cookie Notify

Ricerca personalizzata

Siti
Booking.com

«Sulla Punta Della Lingua»
Renato Corpaci | Photo

ItaliaLibriNET
La locuzione di Anassimandro
Appartamento a Cervinia
Meteo Trivigno
B&B Boschi Grandi
Affitti Case vacanze e appartamenti Mondo
Affitti case vacanze e appartamenti nel Mondo. Contatto diretto con il proprietario per vacanze al mare, in montagna, in città o in agriturismo a prezzi economici